Leggi, News, Società

Versamento in conto capitale e finanziamenti soci

Versamento in conto capitale e finanziamenti soci: due fattispecie differenti.

Cassazione, sentenza 3 dicembre 2018, n. 31186, sez. I civile.

In tema di società di capitali, le erogazioni in conto di futuro aumento di capitale effettuate da un socio in favore della società, condizionate all’adozione della relativa delibera di aumento capitale entro un determinato termine, nel caso di mancata adozione della delibera (nella specie, per l’intervenuto fallimento della società sottoposta ad amministrazione straordinaria), determinano a carico della società l’obbligo di restituzione di quanto erogato dal socio a tale titolo, poiché in tal caso l’erogazione determina un aumento di capitale solo potenziale, destinato a divenire effettivo solo a seguito della delibera di aumento.

Né a tale fattispecie è applicabile l’art. 2467 c.c. poiché tale disciplina riguarda solo i versamenti effettuati a titolo di finanziamento o di mutuo, ai quali è possibile associare un obbligo di rimborso, mentre non è applicabile ai versamenti o ai trasferimenti in conto capitale, in considerazione della diversità della causa che li contraddistingue, assimilabile a quella di capitale di rischio piuttosto che a quella delle obbligazioni creditorie.

 

 

Versamento in conto capitale e finanziamenti soci

Richiesta maggiori informazioni sull’argomento Versamento in conto capitale e finanziamenti soci

Se necessiti di maggiori informazioni sull’argomento Versamento in conto capitale e finanziamenti soci puoi contattare lo Studio Notarile del Notaio Gabriele Naddeo al numero Tel. 011.9975970.
Puoi richiedere informazioni sull’argomento Versamento in conto capitale e finanziamenti soci al Notaio anche via email notaio@notaionaddeo.it o tramite il form di contatto.
Lasciando i tuoi dati potrai essere ricontattato dal notaio.

 

Segui il notaio Naddeo anche sui social:

Facebook
Instagram
Youtube
Linkedin

Related Posts