Famiglia, News

L’inabilitazione

Amministrazione di sostegno, inabilitazione e interdizione.

Mio padre, ultra 80enne, inizia ad avere problemi di memoria. Vive da solo. Non vorremmo che qualcuno carpisse la sua fiducia. Ho sentito parlare dell’inabilitazione. Può essere lo strumento giusto per evitare guai?

L’inabilitazione è senza dubbio uno strumento potenzialmente appropriato; si sostanzia in un percorso fatto con l’ausilio dell’autorità giudiziaria, volto a proteggere una persona socialmente debole, quale potrebbe essere il padre del lettore.

È opportuno specificare, tuttavia, che spetta all’autorità giudiziaria competente stabilire se nel caso concreto si debba aprire una procedura di inabilitazione; esistono, infatti, tre tipologie di procedure a protezione dei soggetti deboli: esse sono l’amministrazione di sostegno, l’inabilitazione e l’interdizione.

L’amministrazione di sostegno non presuppone necessariamente uno stato di incapacità ed affianca al soggetto beneficiario, un amministratore di sostegno che, di volta in volta potrá svolgere determinate attività con o senza l’autorizzazione del giudice; tutto viene determinato al momento del conferimento dell’incarico e, a seconda di come procede la vita del beneficiario, potrebbe essere modificato.

L’inabilitazione e l’interdizione, invece, presuppongono uno stato di incapacità, la prima meno grave la seconda più grave. Per inabilitato sarà nominato il curatore, per l’interdetto il tutore; la differenza più grande sta nel fatto che il tutore, a differenza del curatore, agirá sempre in nome e per conto del beneficiario, mentre il curatore potrà, in determinati casi, affiancare l’inabilitato per l’espletamento di operazioni non particolarmente gravose. Resta fermo che, nel caso di specie, indipendentemente da quale procedura verrà scelta, il padre del lettore non avrà più disponibilità illimitata del proprio patrimonio e, di riflesso, sarà difficile per estranei compiere attività depauperative.

 

Amministrazione di sostegno, inabilitazione e interdizione.

Richiesta maggiori informazioni sull’argomento amministrazione di sostegno, l’inabilitazione e l’interdizione

Se necessiti di maggiori informazioni sull’argomento amministrazione di sostegno, l’inabilitazione e l’interdizione puoi contattare lo Studio Notarile del Notaio Gabriele Naddeo al numero Tel. 011.9975970.
Puoi richiedere informazioni sull’argomento amministrazione di sostegno, l’inabilitazione e l’interdizione al Notaio anche via email notaio@notaionaddeo.it o tramite il form di contatto.
Lasciando i tuoi dati potrai essere ricontattato dal notaio.

 

Segui il notaio Naddeo anche sui social:

Facebook
Instagram
Youtube
Linkedin