Casa, News

Servitù di passaggio: deve comparire nell’atto di vendita dell’immobile?

Servitù di passaggio: deve comparire nell’atto di vendita dell’immobile?

Sono diventato proprietario di un piccolo alloggio. Si tratta di una casa indipendente situata in un cortile comune dove si affacciano altra case a un piano. Per accedere all’alloggio bisogna passare attraverso una stradina con servitù di passaggio. Questa servitù deve comparire nell’atto di vendita dell’immobile?

Innanzitutto bisogna comprendere il significato del termine servitù: da un punto di vista giuridico la servitù è il peso che grava su un fondo a favore di un altro fondo.

Le servitù, solitamente, sono di carattere volontario ossia sono previste e disciplinate da un contratto in comune accordo tra i proprietari dei due fondi (per fondo può essere anche inteso un fabbricato); vi sono, tuttavia, altre fattispecie di formazione della servitù, come ad esempio quella “per destinazione del padre di famiglia”, oppure quella obbligatoria in caso di fondi interclusi, ossia non raggiungibili se non attraverso un altro fondo.

Servitù di passaggio

Per quanto riguarda le tipologie di servitù, il classico esempio è la servitù di passaggio (sia essa pedonale, carraia o di utenze); nel caso proposto dal lettore, con ogni probabilità, ci troviamo in una fattispecie di servitù di passaggio pedonale volontaria.

La cosa più importante da verificare al momento dell’acquisto di un fondo che gode di una servitù è il fatto che la stessa risulti trascritta nei registri immobiliari: affinché ciò accada è necessario che sia stata disciplinata in un contratto stipulato con la forma dell’atto pubblico oppure della scrittura privata autenticata.

Per giungere dunque alla risposta alla domanda, il fatto che la servitù sia riportata nell’atto di vendita è relativamente importante, mentre è fondamentale che essa risulti trascritta; se non fosse trascritta, il fatto di riportarla nell’atto di vendita senza la partecipazione alla stessa vendita da parte del proprietario del fondo servente (ossia quello su cui viene esercitato il diritto di passaggio) servirebbe a poco, poiché quest’ultimo potrebbe legittimamente contestare il passaggio in quanto non da lui autorizzato.

 

Servitù di passaggio

Servitù di passaggio e atto di vendita

Se necessiti di maggiori informazioni sull’argomento servitù di passaggio puoi contattare lo Studio Notarile del Notaio Gabriele Naddeo al numero Tel. 011.9975970.

Puoi richiedere informazioni sull’argomento servitù di passaggio anche via email notaio@notaionaddeo.it o tramite il form di contatto.
Lasciando i tuoi dati potrai essere ricontattato dal notaio.

 

E’ possibile seguire il notaio anche sui Social

Per ricevere aggiornamenti ecco i link  del  notaio Naddeo sui social:

Facebook
Instagram
Youtube
Linkedin

 

Ha usufruito dei nostri servizi per l’argomento servitù di passaggio?

Se ha avuto modo di usufruire dei servizi dello studio notarile Naddeo in merito all’argomento servitù di passaggio o ha usufruito di altri servizi notarili, saremmo lieti se ci lasciasse una recensione sul nostro operato. La soddisfazione dei nostri clienti è il nostro obiettivo, scrivendo una valutazione ci aiuterà a migliorarlo per perseguirlo.

Può lasciare una recensione su Google o sui social:
SCHEDA GOOGLE
SOCIAL

Related Posts