Casa, News, Successioni e Donazioni

HO INTENZIONE DI RINUNCIARE ALLA MIA QUOTA DI EREDITÀ.

HO INTENZIONE DI RINUNCIARE ALLA MIA QUOTA DI EREDITÀ. INTENDO LASCIARE L’INTERO ALLOGGIO DEI GENITORI A MIO FRATELLO. COME AVVIENE LA RINUNCIA? INOLTRE MIO FRATELLO HA DEI FIGLI, ATTUALMENTE MINORENNI, IN FUTURO POTREBBERO RIVALERSI, AVANZANDO DEI DIRITTI?

Per rinunciare ad un’eredità è sufficiente presentarsi di fronte al Cancelliere del Tribunale territorialmente competente (luogo di apertura della successione, ossia ultimo domicilio del defunto) o di fronte ad un Notaio. Per poter rinunciare ad un’eredità occorre che, chi intenda rinunciare non abbia disposto cioè venduto o donato nulla di appartenenza del defunto. Se il rinunciante, inoltre, ha dei figli, questi subentrano nell’eredità al posto suo a meno che anche loro non rinuncino a loro volta. Se i figli sono minorenni, dovrà essere chiesta debita autorizzazione al Giudice Tutelare. Nel caso prospettato, il fatto che il fratello del rinunciante abbia dei figli, è ininfluente. Un dato è importante: la rinuncia all’eredità è su tutto. Non si può fare solo su una parte. Se, nel caso del lettore, la necessità è di rinunciare solo alla quota della casa, bisognerà, allora, fare un altro atto che consiste nella rinuncia al diritto di comproprietà.