Successioni e Donazioni

Conto corrente ereditato: come entrarne in possesso?

Conto corrente ereditato

Mia zia, mancata un paio di mesi fa, ha lasciato una somma sul conto corrente.
Quali documenti devo presentare alla banca per entrarne in possesso come erede legittima? 

Partiamo dal presupposto che il lettore sia l’unico chiamato all’eredità e che, quindi, non vi siano altri soggetti che potrebbero diventare eredi. Stando così le cose, passiamo agli aspetti documentali.

Se c’è un testamento esso andrà pubblicato con apposito verbale redatto da Notaio; successivamente, con o senza testamento, bisognerà procedere a predisporre la denuncia di successione in cui andranno indicati, il defunto, gli eredi, i beni caduti in eredità, ciò al fine di versare le imposte di successione.

A tal fine la banca dovrà consegnare apposita dichiarazione che descriva lo stato dei conti al momento della morte del defunto; a volte, per effettuare tali operazioni e in dipendenza della giacenza, gli istituti richiedono una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che è un vero e proprio atto notorio, che descrivano la situazione ereditaria: se ci sono testamenti, chi sono gli eredi e così via.

Una volta predisposta e registrata la denuncia di successione, se ne porterà una copia in banca che dovrà liberare le somme.

 

 

Richiesta maggiori informazioni su conto corrente ereditato

Se necessiti di maggiori informazioni sull’argomento conto corrente ereditato puoi contattare lo Studio Notarile del Notaio Gabriele Naddeo al numeroTel. 011.9975970.
Puoi richiedere informazioni anche via email notaio@notaionaddeo.it o tramite il form di contatto. Lasciando i tuoi dati potrai essere ricontattato.

 

Segui il notaio Naddeo anche sui social:

Facebook
Instagram
Youtube
Linkedin

 

Related Posts