News, Successioni e Donazioni

Suddivisione eredità: ci vuole il Notaio?

Suddivisione eredità: ci vuole il Notaio?

Suddivisione eredità: ci vuole il Notaio?
Mio padre è mancato a fine luglio. È sempre necessaria la presenza del Notaio per la suddivisione dell’eredità? Come posso fare per verificare la consistenza del patrimonio?
Dipende da che tipo di beni è composto l’asse ereditario. Se ci sono beni immobili, ad esempio, sarà necessario procedere con un atto di divisione ereditaria. Prima di ciò, sarà doveroso adempiere gli obblighi fiscali, con la presentazione della denuncia di successione.
L’intervento del Notaio è necessario per poter procedere alla trascrizione della divisione, e dunque garantire che ciascuno degli eredi abbia la titolarità di quanto assegnato.
Qualora, invece, non vi fossero beni immobili o mobili registrati, sarà comunque necessario redigere una scrittura privata – non necessariamente autenticata da un Notaio – che dovrà essere debitamente registrata presso l’agenzia delle entrate per il pagamento delle imposte.
Certo, ai fini di una migliore gestione della vicenda, sia in punto redazionale sia in punto di adempimenti, data la preparazione di un Notaio e del suo staff, sarebbe meglio affidarsi all’opera professionale del medesimo.
Per quanto riguarda la verifica del patrimonio, sarà opportuno procedere con un inventario, con cui si potrà fare una cernita di beni, di attività, ma anche di eventuali debiti e passività.
Se, invece, l’esigenza è quella di fare una stima dei beni, al fine di valutare la formazione dei lotti, sarà più indicata la redazione di una perizia e, in caso di incertezze, un eventuale progetto divisionale.

 

Per ulteriori chiarimenti contattaci.

Sito web istituzionale: https://www.notaionaddeo.it/

Suddivisione eredità: ci vuole il Notaio?

Suddivisione eredità: ci vuole il Notaio?

Related Posts